La torta d’erbi coi becchi

La torta coi becchi è un piatto tipico della cucina lucchese che si prepara solitamente nel periodo di Pasqua. Non fatevi ingannare dall’immagine, non si tratta di un piatto salato bensì di un dolce! Avete capito bene: un favoloso dolce fatto con le bietole e aromatizzato con tante spezie. A leggere gli ingredienti che compongono il ripieno, solitamente si rimane un po’ interdetti, ma vi assicuro che il risultato finale vi sorprenderà perchè tutti si amalgamano per dare un risultato perfettamente equilibrato.

Io, pur essendo toscana, ho conosciuto questo dolce solo quando ho iniziato a frequentare mio marito, essendo lui originario di un paesino al confine fra le province di Pisa e Lucca. A casa sua, per Pasqua, la torta coi becchi non manca mai e la si prepara, come da tradizione, con le bietoline fresche e le erbette di monte (“erbi”) che raccoglie mia suocera.

I “becchi” altro non sono che i beccucci che si formano per decorare giro giro la torta.

Esiste anche un’altra variante di questo dolce, anch’essa decorata nello stesso modo, solo che i becchi si chiaman “bischeri”, il ripieno è con riso e cioccolato ed è tipica della provincia di Pisa. La trovate qui!

Torta coi “Becchi”

Ingredienti

Per la frolla

200 gr di farina

80 gr di burro

100 gr di zucchero

1 uovo e 1 tuorlo

1 pizzico di sale

Per il ripieno:

250 g di bietole lessate
100 g di zucchero
1 bicchiere di latte
100 g di pane raffermo
30 g di uvetta
40 g di pinoli
40 g di cedro candito

1 cucchiaio di parmigiano
2 uova
1 bicchierino di rum
cannella
noce moscata
sale
pepe

Procedimento: Per prima cosa ho preparate la frolla: mescolate farina, zucchero e disponeteli a fontana; al centro mettete il burro a tocchetti, le uova, un pizzico di sale. Lavorate velocemente gli inredienti fino a formare una palla, fatela riposare in frigo per 30 minuti. Nel frattempo ammolate il pane nel latte e mettete l’uvetta ad ammorbidire in acqua fredda.

In una padella con una noce di burro saltate per 10 minuti circa la bietola tritata, salate e pepate. In una
terrina amalgamate tutti gli ingredienti per formare il ripieno: la bietola, il pane e le uvette ben strizzati, il parmigiano, le uova, i pinoli, i canditi a pezzetti, il rum,  lo zucchero, un pizzico di cannella e uno di noce moscata.

Stendete la frolla a disco con il mattarello e foderate una teglia rotonda coperta di carta da forno.   Il disco di frolla deve trabordare dalle pareti della tortiera, la pasta in eccesso vi servirà per formare i becchi. Versate il ripieno e formate i becchi. (Qui trovate la spiegazione :-)).

Cuocete in forno caldo a 180° per circa 50 minuti.

 

5 Comments

  • zia consu ha detto:

    Ma sai che vivo in provincia di Lucca e non ho mai assaggiato questa torta?? Rimedierei volentieri con la tua 😛 ha un aspetto molto invitante! Buona settimana e, se ti va, sei invitata a partecipare al nostro contest http://ibiscottidellazia.blogspot.it/2017/04/contest-al-km-0.html potrai essere ospite della rubrica x2 uscite 🙂 Ti aspettiamo <3

  • tizi ha detto:

    io da buona lucchese adoro questa torta! per me poi è legata a ricordi di infanzia, i miei nonni la preparavano sempre in occasione di una festività locale che cadeva la domenica successiva alla pasqua. è bello ritrovarla qui da te, in una versione arricchita da uvette e canditi – che io di solito non metto. sarei curiosissima di assaggiarne una fetta! un abbraccio cara e grazie per avermi ricordato questo pezzo di tradizione!

  • Serena ha detto:

    Sono molto curiosa in cucina e sono molto attratta dalla mescolanza di dolce-salato, conoscevo di nome questa torta ma non l’ho ancora mai provata dovrò decidermi a farla prima o poi. Ricambio con piacere la tua vista perchè mi ha dato modo di conoscere questo blog molto carino, a presto!

  • ilmondodiframm ha detto:

    🙂 Che bello finalmente conoscere di persona qualcuno che condivide questa passione!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *